Archivio per Gennaio 2010

 

Gaza Freedom March

- alcune foto da Edvino Ugolini -

 

freedomgaza_dsc_0727_600

    freedomgaza_dsc_0833_600

  freedomgaza_dsc_0906_600

 freedomgaza_dsc_0746_600

 In costruzione…

Comments Nessun Commento »

Tutti i report

Primo report 30.12.2009
Come già si sapeva, la marcia per Gaza non e’ stata autorizzata dalle autorita’ egiziane. Negli ultimi due giorni ci
sono stati un susseguirsi di incontri ed inmiziative da parte delle
delegazioni straniere che si trovano al Cairo per trovare una
soluzione. Una parziale soluzione era stata offerta ai volontari delle 42 associazioni partecipanti alla marcia che consisteva
nell’autorizzare l’entrata a Gaza a cento persone in modo tale da dare loro la possibilita di portare aiuti umanitari alla popolazione
palestinese. Questa soluzione e’ stata pero’ rifiutata dopo un’ accesa assemblea che si e’ conclusa a notte fonda. Il motto e’ stato: o tutti o nessuno. Oggi ci saranno altri due incontri uno al pomeriggio e uno alla sera per definire le iniziative per la marcia di domani al Cairo. Per ora e’ solo sicuro il posto da dove partira’ la marcia e l’ora. La marcia dovrebbe partire alle ore 10 dal Ministero per gli Affari esteri egiziano. Nella giornata di ieri c’e stata una manifestazione davanti all’Ambasciata italiana e una delegazione composta da manifestanti appartenenti alle associazioni italiane presenti, nella fattispecie il Forum Palestina e l’Associazione per la Pace che gia in passato avevano organizzato manifestazioni in sostegno al popolo palestinese, ha avuto un incontro con l’ambasciatore italiano. Il pomeriggio c’e stata una manifestazione davanti al Sindacato dei giornalisti con la partecipazione di diverse centinaia di persone che hanno esposto striscioni inneggianti alla liberta’ per Gaza. Gia’ nella giornata di lunedi’ ci sono state delle manifestazioni, nella fattispecie davanti alla sede dell’ONU e davanti all’ ambasciata francese, che era sfociata nella sua occupazione da parte di alcune decine di manifestanti. Diversi sono gli attivisti in sciopero della fame per protestare contro il divieto di marciare a Gaza. In serata come detto prima verranno comunicate le iniziative in occasione della marcia di domani che si preannuncia carica di tensioni.
Ultima notizia: la manifestazione al Cairo in concomitanza con la marcia a Gaza inizierà alle 10 nella centrale piazza di fronte al Museo Egizio.

Secondo report 2.01.2010
Il 31 dicembre si è svolta a Gaza la marcia, mentre nello stesso tempo al Cairo gli attivisti internazionali costretti a disertare la marcia hanno svolto una manifestazione di solidarieta’ nel centro cittadino. Nel corso della manifestazioine che prevedeva anche il blocco del traffico ci sono stati dei tafferugli con la polizia ma a parte una manifestante che si e’ ferita cadendo a terra non ci sono stati incidenti gravi. Dopo l’intervento deciso della polizia la manifestazione e’ continuata con un sit in nella piazza principale della citta’ a cui hanno pertecipato circa cinquecento persone. Nella giornata di ieri invece si e’ svolta una manifestazione davanti all’Ambasciata israeliana. Il giorno prima della marcia era partita una delegazione di circa cento persone su due pullman che hannno portato anche aiuti umanitari alla popolazione di
Gaza. I partecipanti sono attesi per domani sera. Questa sera intanto si svolgera’ un incontro tra le delegazioni internazionali per fare il punto sulla situazione. Il rientro della delegazione italiana e’ previsto per lunedi’ 4 gennaio.

Terzo report 3.01.2010
Ieri sera si è svolta una riunione delle delegazioni francesi e
belghe e di quella di Assopace. Nel corso della riunione sono state fissate le priorita’ del prossimo futuro, in primis un incontro a livello europeo che si dovrebbe tenere a febbraio a Bruxelles per preparare un’altra delegazione per Gaza. Sono state poi raccolte le singole esperienze delle delegazioni. Questa mattina invece si è svolto l’incontro con l’unica delegazione che finora e’ riuscita ad entrare a Gaza per partecipare alla marcia, composta da circa 90 persone per lo piu’ appartenenti al gruppo americano Code Pink che sono tornate proprio ieri notte. Da parte dei singoli partecipanti c’e’ stata la toccante testimonianza dei loro incontri con i bambini, con le donne e con gli studenti, tutto sotto stretta sorveglianza da parte dei miliziani di Hamas che tra l’altro ha dato poco spazio alle donne palestinesi che volevano partecipare alla marcia. Da parte di tutti è partito l’appello per una maggiore unita’ d’intenti per rompere il silenzio su Gaza. Per domani mattina e’ prevista un’altra manifestazione davanti alla Corte Suprema del Cairo per protestare contro il muro che il Governo egiziano vuol far erigere per evitare il traffico di materiali attraverso i tunnel che collegano Gaza con il territorio egiziano.

Quarto report 5.01.2010
Sono rientrato oggi dall’Egitto con il gruppo di Assopace-Action for Peace che aveva partecipato alle iniziative connesse alla marcia per Gaza. Ieri il gruppo è partito alla volta di Milano e Roma da cui provenivano i partecipanti alla marcia. Alcuni del gruppo si sono fermati ancora per qualche giorno in attesa degli eventi. Sono trapelate notizie su nuovi tentativi da parte di piccoli gruppi di raggiungere Rafah per entrare a Gaza ma sembra che nessuno sia riuscito a passare. L’altra sera c’è stato presso l’albergo dove pernottava il gruppo di Assopace un altro incontro con due partecipanti alla marcia per Gaza, nella fattispecie due danesi che hanno raccontato le loro esperienze vissute con i bambini durante la loro permanenza a Gaza.
Per il momento non si vedono ulteriori spiragli, e sembra che la delegazione di circa 90 persone che hanno avuto l’autorizzazione ad entrare a Gaza, sia destinata almeno per il momento, a rimanere l’unica testimonianza da parte di volontari internazionali. Resta da parte di tutti i gruppi l’impegno a contribuire a porre fine all’assedio di Gaza e all’embargo delle merci. Il Forum Palestina ha preso posizione come già in passato a favore del BDS (Campagna di boicottaggio contro Israele) e si è dissociato dall’offerta di autorizzare soltanto una piccola delegazione ad entrare a Gaza da parte del Governo egiziano. Questa posizione era emersa già nei giorni scorsi quando era stata fatta tale proposta. A febbraio ci sarà un incontro a livello europeo a Bruxelles tra i rappresentanti dei gruppi che hanno partecipato alla marcia per Gaza.

Edvino Ugolini

Comments Nessun Commento »